Piazza Garibaldi e Piazza Gramsci
Categorie: Architettura | Monumenti
Tag:

COSA VEDERE A CAGLIARI:
PIAZZA GARIBALDI E PIAZZA GRAMSCI

 

La piazza Garibaldi, ricca di alberi dalle grandi dimensioni, ebbe una formazione complessa e articolata: i suoi lati sono stati completati infatti in tempi diversi, in funzione del grande casamento scolastico “Riva” che divenne una presenza molto significativa.

Anche se la sua attuale fisionomia è il risultato di interventi che si sono succeduti fino agli anni Sessanta, piazza Garibaldi presenta una sua unitarietà nel tracciato delle vie che da essa si diramano e nella presenza di edifici risalenti in massima parte alla prima metà del Novecento. Tra questi spicca il palazzo Zedda, che fa angolo con la via Macomer, pregevole esempio di architettura razionalista, caratterizzato dalla facciata a fasce bicolori. La piazza costituisce oggi uno dei punti nevralgici del traffico cittadino, incanalato dalle aiuole centrali, più volte risistemate proprio in funzione di un suo snellimento.

Intitolato all’ultimo dei caduti della Prima Guerra mondiale, il giovanissimo ufficiale Alberto Riva Villasanta, l’edificio delle scuole elementari occupa un vasto fronte sulla piazza Garibaldi, prolungandosi simmetricamente in due ali che racchiudono un cortile a ridosso del convento di San Domenico.

 

Piazza Gramsci

Dedicata ad Antonio Gramsci e frutto di un razionale progetto urbanistico della fine degli anni Trenta del Novecento, la piazza, caratterizzata da una forma triangolare allungata e dalla presenza di grandi alberi, è sovrastata dalla mole del palazzo della Legione dei Carabinieri; intorno si dispongono numerosi edifici residenziali risalenti agli anni Trenta e palazzi più grandi realizzati negli anni Cinquanta e Sessanta.

La Legione dei Carabinieri, costruita tra il 1930 e il 1933, è realizzata in stile eclettico con un forte gusto classicista e manierista. Al di sopra degli ingressi principali spiccano quattro sculture in bronzo, figure maschili nude dal significato allegorico: l’Età Fascista, la Giustizia, la Nuova Giovinezza e il Dovere, opere dello scultore Albino Manca.

Adiacente alla Legione si sviluppa il Parco delle Rimembranze, posto all’angolo tra via Sonnino e via San Lucifero. Il parco, dedicato ai caduti della Prima Guerra mondiale, è un pregevole esempio dell’architettura razionalista di ispirazione fascista, tipica degli anni Trenta; particolarmente interessante è il monumento ai caduti, realizzato nel 1935 dall’architetto Ubaldo Badas. Il monumento è composto da due paramenti murari, formati da un basamento in granito e da file alterne di blocchi in pietra di Serrenti e trachite, realizzati a forma di fascio littorio.

Sulle fasce in trachite sono iscritti, in rilievo, i nomi delle principali battaglie combattute dai soldati italiani durante la Prima Guerra mondiale.

Dietro al monumento si sviluppa il giardino di San Lucifero, un’area verde recentemente ristrutturata che precede la chiesa omonima.

 

Contattaci per visitare Piazza Garibaldi e Piazza Gramsci con uno dei nostri tour. 

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Pin It on Pinterest

Book your tour now!